QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GREVE IN CHIANTI
Oggi 12°19° 
Domani 11°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
sabato 19 ottobre 2019

Attualità mercoledì 02 ottobre 2019 ore 10:30

Uno sportello per gestire le liti tra inquilini

Il progetto è promosso da Casa Spa e dai Comuni del Chianti fiorentino. I sindaci: “Un tema che si affronta con un servizio organico e permanente”



SAN CASCIANO — Il front office a supporto degli inquilini per gestire i conflitti tra i condomini che risiedono nelle case Erp. E' l'obiettivo dello sportello antilite promosso da Casa Spa e dai Comuni del Chianti fiorentino. 

Per i Comuni di Barberino Tavarnelle, Greve e San Casciano prosegue l’attività del servizio che aiuta i cittadini, residenti negli alloggi Erp, a dirimere problematiche di varia entità. Lo sportello esamina e supporta gli edifici Erp non dal punto di vista strutturale, ma come luoghi in cui è necessario il rispetto dell’abitare solidale.

Lo sportello è una delle prime esperienze in Italia che interviene sulla vita domestica e familiare dei condomini di case Erp al fine di ridurre e risolvere i conflitti. “E’ un progetto che scaturisce da un bisogno reale e sempre più diffuso – dicono i sindaci Paolo Sottani, Roberto Ciappi e David Baroncelli - legato alla molteplicità delle problematiche di natura sociale e all’esigenza di promuovere maggiormente i percorsi legati alla pacifica convivenza negli alloggi Erp. Abbiamo raggiunto importanti risultati con gli interventi già effettuati”.

"Il progetto  - si legge in una nota - mette in atto una gestione sistemica e organica che lavora permanentemente per favorire la creazione di una rete territoriale, caratterizzata dal coinvolgimento delle assistenti sociali, della macchina socio-sanitaria, delle associazioni locali, della Polizia Locale e delle forze dell’ordine. Gli operatori dell’Ufficio hanno effettuato una mappatura delle esigenze e delle caratteristiche sociali dei nuclei e dei fabbricati intervenendo direttamente attraverso colloqui, incontri e contatti specifici con le famiglie che presentano istanze di aiuto o si trovano in situazioni di disagio e scontro con i vicini di casa. Il servizio non ha comportato alcuna spesa per gli enti pubblici, permette un maggiore controllo e contrasta la marginalità".



Tag

Conte ai giornalisti: "Italia ha ruolo importante in Ue, cos'altro volete?"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità