Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:GREVE IN CHIANTI16°20°  QuiNews.net
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
lunedì 24 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La gaffe di Sangiuliano: «Colombo si basò sulle teorie di Galileo Galilei» (ma non era nato)
La gaffe di Sangiuliano: «Colombo si basò sulle teorie di Galileo Galilei» (ma non era nato)

Spettacoli venerdì 11 febbraio 2022 ore 15:00

Sul teatro di periferia pioggia di fondi dal Mic

teatro

Ammonta a 1,2 milioni il plafond messo a disposizione delle arti performative nella Città Metropolitana di Firenze dal ministero della cultura



ROMA — Riqualificare le periferie attraverso la cultura, nel segno di Pasolini: con questo obiettivo dichiarato il ministro della cultura Dario Franceschini annuncia l'assegnazione di 1,2 milioni di euro per il teatro nella periferia di Firenze: "Musica, danza, teatro, performance e concerti guideranno la ripartenza che ci aspettiamo per questa primavera, che sarà all’insegna dell’arte e dello spettacolo”, dichiara.

Il tesoretto in favore delle arti performative nella Città Metropolitana di Firenze è frutto della ripartizione di un paniere più vasto e andrà a finanziare, spiega una nota del ministero della cultura, "progetti di inclusione sociale, di riequilibrio territoriale e tutela occupazionale", nonché la valorizzazione del "patrimonio culturale materiale e immateriale attraverso le arti performative". 

Adesso c'è da definire l'iter. I criteri e le modalità per la concessione dei contributi ministeriali, illustra ancora il Mic, verranno definiti tramite Accordi di programma stipulati dalla Direzione generale Spettacolo con il Comune capoluogo della Città Metropolitana, ovvero Firenze. Le risorse saranno utilizzate per sostenere attività di spettacolo dal vivo nelle aree periferiche delle città sulla base di progetti selezionati tramite bando pubblico predisposto dai Comuni. I beneficiari saranno individuati tra gli organismi finanziati nell’ambito del Fondo unico dello spettacolo (Fus) ovvero tra gli organismi professionali operanti da almeno tre anni.

E il sindaco di Firenze Dario Nardella nell'esprimere la propria soddisfazione si dice già al lavoro per definire la destinazione delle risorse che, annuncia, saranno "immediatamente impiegate per sostenere l'associazionismo culturale, la produzione e la fruizione culturale nei quartieri a partire dal programma dell'Estate Fiorentina con un'attenzione particolare ai giovani".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno