Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:35 METEO:GREVE IN CHIANTI15°  QuiNews.net
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
domenica 11 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
«Raga, se arrivano gli sbirri nessuno scappa», la guerriglia a San Siro

Attualità domenica 28 marzo 2021 ore 16:24

Meglio illuminati consumando di meno

tatiana pistolesi e la bandiera arancione

Mentre prosegue l'installazione di impianti a led, la Bandiera Arancione della sostenibilità sventola per la Giornata del risparmio energetico



BARBERINO TAVARNELLE — Barberino Tavarnelle si illumina di meno in modo permanente: dalla Bandiera Arancione che sventola dal palazzo comunale di Barberino Val d’Elsa come simbolo di qualità turistica e sostenibile, in adesione alla campagna nazionale lanciata da Caterpillar di Radio Rai 2, agli investimenti concreti realizzati per innovare e sostituire la pubblica illuminazione con nuovi impianti a led. Nei giorni scorsi si è concluso il primo step del programma di interventi che ha previsto l’installazione di moderni corpi luce cut-off nel centro urbano di Barberino. Contemporaneamente il Comune ha aderito all’iniziativa di sensibilizzazione in occasione della Giornata del risparmio energetico spegnendo le luci dei palazzi comunali ed esponendo la Bandiera Arancione in uno dei punti più alti delle strutture pubbliche.

“Abbiamo risposto al doppio appello – ha dichiarato la consigliera comunale Tatiana Pistolesi con delega alla Promozione e allo sviluppo del tessuto commerciale locale - promosso dalla rete nazionale per la valorizzazione e la promozione dei comuni dell’entroterra di cui facciamo parte e dalla trasmissione radiofonica che ha ideato il tamtam sul risparmio energetico nel 2005 per manifestare ancora una volta il nostro interesse all’applicazione quotidiana delle tematiche legate alla riduzione dei consumi”.

Nella Bandiera Arancione, prestigioso marchio che il Comune, dopo la riunificazione, ha chiesto di estendere ad altre aree di pregio del territorio, sono insiti i valori della crescita sostenibile. “La riduzione dei rifiuti, il riciclo e il riuso degli oggetti, la diminuzione degli sprechi alimentari, l’economia circolare e i tanti consistenti progetti e investimenti di bioedilizia ai fini dell’efficientamento energetico e dell’utilizzo delle energie rinnovabili - aggiunge Pistolesi - sono alcune delle azioni che caratterizzano l’azione amministrativa. Opere concrete per effettuare il cambiamento e ripensare ai consumi”.

Tra gli interventi che si sono conclusi proprio nei giorni scorsi c’è il piano di investimenti messo in atto dal Comune che ha speso oltre 100mila euro per rinnovare la pubblica illuminazione con l’installazione di impianti cut-off dotati di lampade ad alta efficienza energetica, in grado di evitare la dispersione luminosa. “In particolare è il centro abitato di Barberino Val d’Elsa - precisa l’assessore ai lavori pubblici Roberto Fontani - a consumare meno e meglio con i corpi illuminanti, in sostituzione di quelli di vecchia generazione, che fanno risplendere di luce rispettosa dell’ambiente via IV Novembre, via XXV Aprile, via Semifonte, via Beato Davanzato, via Becattelli cui si aggiunge via dell’Artigianato a Tavarnelle”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dopo i 28 tamponi positivi emersi ieri, oggi il territorio conosce un raddoppio di contagi. Il dettaglio territoriale dal bollettino Asl
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità