Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:35 METEO:GREVE IN CHIANTI18°32°  QuiNews.net
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
venerdì 18 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Europei, Belgio e Danimarca si fermano al 10' per il tributo ad Eriksen

Attualità mercoledì 02 giugno 2021 ore 15:56

Il Niccolini butta le trecce, è Chiantissimo

La treccia
La treccia installata

Dal punto più alto della torre del Teatro è stata calata la treccia della fantasia, un'opera contemporanea lunga 18 metri sospesa tra sogno e realtà



SAN CASCIANO IN VAL DI PESA — Il Niccolini butta le trecce. Anzi: la treccia. Sulla torre del Teatro, calata dal punto più alto dell’edificio, scivola e si mostra in tutta la sua poetica bellezza la treccia della fantasia. Un segno della dimensione fiabesca, un omaggio alla letteratura che ha nutrito i sogni dell’infanzia, un oggetto che evoca storie di principesse prigioniere e cavalieri arditi, ancestrali schermaglie tra chi ostacola l’amore e chi va incontro al destino per liberarlo. Ognuno, osservando il progetto artistico che si è materializzato nell’opera d’arte contemporanea di Matteo Nasini, può vedere ciò che più desidera.

Ecco così posizionata la prima installazione che popola il contenitore d’arte contemporanea Chiantissimo, promosso dal Comune di San Casciano in Val di Pesa e dall’associazione Aps Accaventiquattro. L’evento curato da Davide Sarchioni sarà inaugurato sabato 5 e domenica 6 Giugno dalle 10 per le vie del comune chiantigiano. La forma d’arte partecipata, realizzata con il coinvolgimento attivo dei cittadini, ha dato vita a una treccia lunga 18 metri, costituita da 250 chilometri di filo di lana. 

La treccia è stata portata a spalla dai cittadini e dall'autore, il romano Matteo Nasini, lungo il tragitto che dall’area esterna del Circolo Arci di San Casciano, dove è stata intessuta, ha condotto alla Torre del Teatro Niccolini, sede espositiva temporanea dell’opera: “È stata davvero un’emozione assistere al percorso creativo dell’installazione, dalla nascita con lo srotolamento dei gomitoli e l’accostamento dei primi intrecci, fino al suo posizionamento", dichiara il sindaco Roberto Ciappi". 

L’organizzazione, con la collaborazione della Pro Loco e del Centro commerciale Naturale La Dolce Gita, propone per l’evento inaugurale di questo week-end di indossare accessori che richiamino il tema della treccia e per chi possiede capelli sufficientemente lunghi di acconciarsi con trecce e treccine.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo è stato sbalzato sull'asfalto dall'urto violento contro le auto in transito, inutili i soccorsi del personale sanitario che ne ha constatato il decesso
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità