QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GREVE IN CHIANTI
Oggi 16°32° 
Domani 16°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
venerdì 01 luglio 2016

VITA A SEI ZAMPE — il Blog di Elena Casi

Elena Casi

ELENA CASI - Ha fatto della sua passione un mestiere. Giornalista e videoreporter che nel tempo libero (esiste?!) si dedica con passione agli amici a quattro zampe. Educatrice cinofila da molti anni ama avventurarsi nella vita con il fedele compagno Muffin

I pericoli casalinghi per gli animali domestici

di Elena Casi - martedì 23 dicembre 2014 ore 19:36

Con le vacanze e i primi freddi, aumenta il consumo di dolci e cioccolato, ma bisogna stare attenti che a ‘fare festa’ non siano anche i cani. Per loro infatti il cioccolato e’ tossico e puo’ risultare anche letale.

A ricordarlo e’ la Food and drug administration sul suo sito, che da’ alcune indicazioni.

Il cioccolato contiene infatti teobromina, un composto della stessa famiglia della caffeina, e la teofillina (usato come farmaco per l’asma). In certe quantita’, la teobromina e’ tossica per i cani, a partire da una dose minima che va da 46 a 68 milligrammi. Ci sono vari fattori che influiscono su una possibile reazione tossica del cane, spiega l’Fda, come la quantita’ di cioccolato ingurgitata, la taglia del cane, la sensibilita’ dell’animale alla teobromina e il tipo di cioccolata ingerita. I segni che devono mettere in allarme per un’eventuale reazione tossica sono vomito, diarrea, tachicardia, iperattivita’, spasmi muscolari, crisi epilettiche e altri segni neurologici. Il consiglio, se ci si rende conto che il cane ha mangiato del cioccolato, e’ di chiamare immediatamente il veterinario, l’unico in grado di determinare la terapia giusta.

Questi i sintomi che si verificano qualora il vostro cane ingerisca cioccolato:
- Respiro accelerato o presenza di affanno
- Aumento della sete
- Aumento o diminuzione della frequenza cardiaca
- Perdita di coordinazione muscolare
- Tremori muscolari
- Irrequietezza
- Iperattività
- Convulsioni
- Vomito
- Diarrea

Ma non è solo il cioccolato a poter danneggiare la salute del vostro amico a 4 zampe. In casa ci sono molte altre sostanze tossiche, vediamo quali:

  1. Vernice: sono in molti a divertirsi con il fai da te, magari ridecorando una parete o dipingendo un vecchio mobile. Ma pittura e vernici sono un vero e proprio attacco alla salute di cani e gatti, sia per le esalazioni in fase d’asciugatura che per l’ingestione accidentale. Meglio, perciò, lasciare gli animali in giardino durante queste operazioni;
  2. Pesticidi: bisogna fare attenzione anche a piante e al manto erboso del proprio giardino. Pesticidi che a noi appaiono innocui possono essere letali per gli animali domestici, in particolare quelli a base di permentina e derivati;
  3. Gadget fluorescenti: gli oggetti che si illuminano al buio, come i braccialetti, possono contenere un liquido chimico. Non è tossico per l’ingestione, ma ha un sapore terrificante. Sono sempre di più i gatti che ne entrano in contatto, portati dal veterinario in preda ad attacchi di panico aggressivi. Fortunatamente si tratta solo di una reazione al pessimo gusto del composto
  4. Topicidi: attenzione ai ritrovati chimici per sbarazzarsi dei topi domestici, soprattutto se in granuli o polpettine. Cani e gatti non sono in grado di riconoscerne il pericolo e, se ingeriti, possono portare alla morte;
  5. Detergenti: anche la pulizia della casa non è un compito da prendere alla leggera. Spesso ci si dimentica che gli animali domestici vivono a livello del pavimento, quindi sono più soggetti a esalazioni nocive, come quelle di ammoniaca e candeggina
  6. Antipulci: ogni animale ha il proprio specifico antipulci. Mescolare l’antipulci del cane con quello del gatto è pericolosissimo: i prodotti canini sono neurotossici per il micio
  7. Gigli: un fiore bello e delicato come il giglio è una delle principali cause d’intossicazione di cani e gatti, soprattutto in caso di ingestione di foglie e gambi
  8. Xilitolo: rende i denti più forti, ma è tossico per i cani, perché abbassa la loro pressione fino al collasso. Dentifrici e gomme da masticare, perciò, dovrebbero essere sempre conservati in luoghi non accessibili agli animali domestici;
  9. Uvetta, canditi e cioccolato: tre prodotti scarsamente digeriti, se non tossici per il fegato, da cani e gatti. Si contano almeno 21 intossicazioni ogni giorno in USA per ingestione accidentale di questi gustosi prodotti dolciari;
  10. Farmaci: una delle cause più frequenti di intossicazione – e morte – di cani e gatti è l’ingestione accidentale di farmaci pensati per gli umani. Ogni medicinale deve essere conservato in una stanza inaccessibile a Fido e Micio.

Elena Casi

Articoli dal Blog “Vita a sei zampe” di Elena Casi

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Spettacoli

Spettacoli