Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:30 METEO:GREVE IN CHIANTI13°23°  QuiNews.net
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
martedì 21 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Usa, agenti di frontiera frustano i migranti al confine: il video che indigna

Sport lunedì 02 agosto 2021 ore 10:15

L'Eroica anti Covid si fa in due

L'Eroica in una passata edizione
L'Eroica in una passata edizione
Foto di: Paolo Penni Martelli

Per diluire i numeri dell'evento che porta sulle strade del Chianti ciclisti eroici da tutto il mondo l'ipotesi è svolgere i percorsi in due giornate



GAIOLE IN CHIANTI — L'Eroica anti Covid-19 non ci pensa nemmeno a lasciare. A raddoppiare, semmai. Anzi a sdoppiarsi svolgendo i percorsi in due giornate, sabato 2 e domenica 3 Ottobre, così da garantire la diluizione dei presenti all'evento che porta sulle strade bianche del Chianti ciclisti eroici da tutto il mondo. Lo sforzo organizzativo sarebbe maggiore, ma il 'papà' dell'Eroica Giancarlo Brocci la ritiene una sfida possibile e da soppesare con le istituzioni coinvolte, Gaiole in Chianti in testa.

Così si prepara la XXIV edizione della manifestazione ciclistica che punta alla massima sicurezza sanitaria rispetto alla pandemia. “La responsabilità a cui siamo chiamati nell’avvicinamento a L’Eroica - spiega Brocci - ci impone costanti monitoraggi con le autorità locali e le istituzioni preposte alla sicurezza e alla salute pubblica. La nostra sintonia con questi livelli, a partire dal Comune di Gaiole in Chianti, ci muove a cercare tutte le soluzioni per rendere possibile e autorizzabile l'Eroica in totale sicurezza". 

"Tra le misure organizzative e logistiche che dovremo adottare a Gaiole per gestire e garantire la diluzione di numeri imponenti, stiamo verificando - annuncia - quella di porre al sabato 2 Ottobre lo svolgimento dei percorsi lunghi (209 e 135 chilometri) e alla domenica 3 gli altri, compresi i 106 chilometri".

"È il nostro modo di invitare tutti ad una condivisione di responsabilità. Noi siamo i primi che vorremmo accogliere tutti in un unico abbraccio - sottolinea Brocci - ma la situazione generale ci obbliga a considerare tutte le soluzioni possibili e necessarie per avvicinarsi a quel fine settimana con garanzie di fattibilità nell’interesse della salute di tutti i partecipanti e degli abitanti del paese e del territorio che ci ospita".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il sindaco ha scritto alla Regione Toscana dopo la doppia incursione di un branco di cinghiali che ha devastato i giardini nel centro del paese
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nausica Manzi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità