comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:GREVE IN CHIANTI11°  QuiNews.net
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
sabato 23 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Lo scontro tra Gomez e Calenda a Piazzapulita: «Vuole insegnare il mestiere al Prof. Galli»

Attualità lunedì 11 gennaio 2021 ore 19:19

Rientro a scuola, ecco com'è andata sulle strade

La Città metropolitana ha rilevato un lieve aumento del traffico ma non ha riscontrato criticità sulle fermate e sui mezzi pubblici in circolazione



FIRENZE — Sul fronte del trasporto scolastico la Città metropolitana ha tirato un sospiro di sollievo dopo il primo giorno. "Tutto si è svolto regolarmente, ordinatamente e senza grosse criticità" ha detto il sindaco di Bagno a Ripoli, Francesco Casini, delegato alla Mobilità della Città Metropolitana di Firenze.

"Siamo riusciti a garantire una riapertura regolare delle scuole e il trasporto in sicurezza per tutti gli studenti. Questo, ora più che mai nella fase di emergenza sanitaria, significa garantire loro il diritto allo studio: un aspetto fondamentale che la Toscana e la Città Metropolitana di Firenze hanno messo in campo, distinguendosi a livello nazionale" ha detto Casini che ha ringraziato il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, e l'assessore Stefano Baccelli.

Soddisfatto anche il sindaco Dario Nardella “Tutto è andato bene, senza particolari criticità. Dal punto di vista della sicurezza, dell’uso del trasporto pubblico e del traffico è stata una giornata positiva”. "Abbiamo registrato un lieve aumento di traffico nelle fasce di punta, fisiologico in zona gialla, ma sempre senza particolari problemi, neppure nell’area interessata da lavori della tramvia. Si tratta del risultato di un bel lavoro di squadra per cui ringrazio gli assessori Funaro, Meucci e Giorgetti, il sindaco Casini quale consigliere delegato della Città metropolitana. Un ringraziamento speciale va ai dirigenti scolastici che hanno organizzato nel migliore dei modi la movimentazione degli studenti, rispettando la griglia di fasce orarie stabilita con la prefettura e ai circa 21 mila ragazzi di tutto il territorio metropolitano che si sono mossi bene e nel rispetto delle regole. Possiamo affermare quindi che il test più difficile di tutta la Regione Toscana, cioè l’area metropolitana fiorentina si è concluso con successo, confidiamo di poter andare avanti con continuità, auspicando che non arrivino input opposti a livello nazionale e che questo possa essere anche un modello per dimostrare che è possibile tenere le scuole aperte, con gli accorgimenti e l’attenzione necessaria”.

Solo a Firenze sono stati impegnati oltre 100 agenti della polizia municipale la mattina e il pomeriggio, per il presidio nelle scuole sia primarie che secondarie, tra pattuglie statiche e dinamiche. Presidiati gli accessi delle scuole negli orari di entrata, prevalentemente con volontari di protezione civile, e negli orari di uscita con le forze di polizia e gli steward, che invece nelle fasce orarie della mattina hanno lavorato su diverse fermate delle linee tranviarie 1 e 2 e del trasporto su gomma ubicate in piazza San Marco, piazza Indipendenza, piazza Puccini, piazza Stazione Santa Maria Novella e piazza Adua.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità