QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GREVE IN CHIANTI
Oggi 12°12° 
Domani 16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
martedì 21 maggio 2019

Attualità giovedì 04 aprile 2019 ore 17:46

La differenziata supera il 70 per cento

Il Comune di San Casciano svetta tra i territori più virtuosi dell’area fiorentina in tema di rifiuti. Nuove modalità di raccolta



SAN CASCIANO — Il sistema integrato, costituito da porta a porta e cassonetti con chiavetta, ha innalzato la quota di raccolta differenziata. Lo rende noto il Comune di San Casciano, che annuncia l'introduzione, in quindici diverse località, di un nuovo metodo di raccolta porta a porta.

"Con il 71,4 per cento di raccolta differenziata, quota raggiunta nel 2018, il Comune di San Casciano svetta tra i territori più virtuosi dell’area fiorentina servita dall’ex Quadrifoglio - sottolinea il Comune- Un obiettivo che l’amministrazione comunale punta a migliorare con l’introduzione delle nuove modalità di raccolta rifiuti porta a porta, in corso in questi giorni attraverso la consegna gratuita di specifici contenitori, messi a disposizione da Alia. Si tratta della sostituzione dei tradizionali sacchetti con i bidoncini, diversificati nel colore in base alla tipologia del rifiuto da conferire. La distribuzione è rivolta alle famiglie, circa 5.500 utenze, residenti nei territori di San Casciano centro, Bardella, Bargino, Calzaiolo, Cerbaia, Chiesanuova, Decimo, La Romola, Montecapri, Montefiridolfi, Ponterotto, San Pancrazio e Spedaletto, Sant’Andrea in Percussina, Scopeti. Il nuovo servizio, che sarà attivo dal 6 maggio, permetterà di separare correttamente le varie tipologie di rifiuto aumentando la quantità e la qualità della raccolta differenziata. Oltre ad investire sulla differenziazione del rifiuto, l’intento dell’amministrazione comunale è quello di dare risposta alle problematiche di decoro urbano segnalate in particolar modo dai cittadini residenti nelle frazioni e nelle località decentrate. Le criticità riguardavano la presenza di sacchetti divelti da gatti e ungulati".

L’introduzione del nuovo metodo di raccolta si aggiunge e si affianca ad un sistema integrato attivato negli anni precedenti che si compone dell'utilizzo dei cassonetti con chiavetta e del porta a porta. Gli incaricati che stanno effettuando in questi giorni la fornitura dei contenitori sono muniti di tesserino di riconoscimento e non sono autorizzati a chiedere o ricevere denaro e in nessun caso è necessario il loro ingresso all’interno delle abitazioni. Qualora non dovessero trovare in casa i proprietari sarà lasciata un’informativa con le necessarie indicazioni per il ritiro.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Politica

Attualità