Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:30 METEO:GREVE IN CHIANTI22°37°  QuiNews.net
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
mercoledì 24 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La balena salta fuori dall'acqua e atterra su una barca ribaltandola: la scena ripresa in un video
La balena salta fuori dall'acqua e atterra su una barca ribaltandola: la scena ripresa in un video

Attualità martedì 14 novembre 2023 ore 21:10

Lavoro, oltre 12 milioni per far crescere le assunzioni

Foto di archivio

Online l'avviso che per i prossimi tre anni mette a disposizione contributi ai datori di lavoro privati per contratti a tempo determinato ai giovani



TOSCANA — Online il nuovo avviso finanziato dalla Regione con fondi FSE+ 2021-2027 e gestito dall'Agenzia regionale toscana per l'impiego, per la concessione di contributi a datori di lavoro privati che assumono principalmente con contratti a tempo indeterminato. L'obiettivo è quello di sostenere l’occupazione dei soggetti con maggiori difficoltà di inserimento o reinserimento nel mercato del lavoro.

L'ammontare dell'incentivo varia a seconda della tipologia contrattuale e dei soggetti beneficiari, fino ad un massimo di 10.600 euro. La principale novità di questo avviso è costituita dal fatto che, tranne alcune e giustificate casistiche, ad essere incentivate sono le assunzioni con contratti a tempo indeterminato.

Le destinatarie e i destinatari dell'avviso sono infatti giovani disoccupate e disoccupati under 30; disoccupate e disoccupati over 30 licenziati dal primo gennaio 2021; donne disoccupate over 30 e donne disoccupate con figli/e minori di 12 anni che vengono assunte a tempo indeterminato. Solo nel caso in cui si tratti di persone disoccupate over 55, over 30 svantaggiate, oppure persone con disabilità sarà incentivata anche l'assunzione con un contratto a tempo determinato purché della durata di almeno 12 mesi.

Ad essere finanziati sono sia i contratti full time, che quelli part time (in questo caso l'incentivo ha un importo dimezzato). In caso di eventuale trasformazione di contratto a tempo determinato in contratto a tempo indeterminato il datore di lavoro potrà richiedere un ulteriore contributo pari alla differenza tra gli importi previsti per le due tipologie.

Il contratto di lavoro sottoscritto dovrà rispettare gli accordi e i contratti collettivi nazionali nonché quelli regionali, territoriali o aziendali, laddove sottoscritti, stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale.

“Teniamo insieme sviluppo e occupazione, mettendo in campo un’azione che concretamente contribuisce a contrastare forme di lavoro precario - afferma il presidente Eugenio Giani. -L’impresa che investe sulla competitività e sul capitale umano troverà in questo bando un valido sostegno da parte dell’istituzione regionale”.

“Con questa misura, rispetto alla quale nei prossimi tre anni investiamo oltre 12 milioni e 600 mila euro, ribadiamo il nostro obiettivo di una Toscana che mette al centro il lavoro come diritto da garantire a tutte e tutti, nessuna e nessuno escluso, incentivando la buona occupazione" aggiunge l’assessore alla formazione e al lavoro Alessandra Nardini.

L’avviso consultabile sul sito di Arti, arti.toscana.it/, tra i bandi e le opportunità del PR FSE+ https://www.regione.toscana.it/pr-fse-2021-2027, sul sito di Giovanisì www.giovanisi.it.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno