QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GREVE IN CHIANTI
Oggi 13° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
venerdì 24 novembre 2017

Attualità lunedì 29 maggio 2017 ore 12:54

Un laboratorio di cucina per i piccini

Prosegue nelle scuole di San Casciano e Mercatale il progetto Chef tra le mense, nato con l’idea di educare gli studenti al consumo consapevole

SAN CASCIANO VAL DI PESA — Prosegue con successo nelle scuole di San Casciano e Mercatale il progetto Chef tra le mense, nato con l’idea di educare gli studenti al consumo consapevole e responsabile e a fornire ai cuochi che operano nelle scuole suggerimenti e consigli per rendere i piatti più attraenti agli occhi dei bambini. 

Maria Probst, chef del ristorante La Tenda Rossa di San Casciano, ha incantato 250 bambini della scuola dell’infanzia e primaria di Mercatale con un menù invitante e colorato

“E’ un vero piacere e un onore per me lavorare al fianco delle cuoche di Mercatale – ha notato Maria Probst - che cucinano per i bambini con professionalità e amore, come se fossero i loro figli o nipoti”.


“I cuochi del Chianti - dichiara il sindaco Massimiliano Pescini – hanno messo a disposizione, a titolo volontario, competenza e creatività per proporre l'approccio al cibo nelle scuole come un gioco stimolante e appetitoso. L’iniziativa si è rivelata un successo, irrinunciabile anche per i palati più schizzinosi”. E' così che il progetto, ideato dal Comune di San Casciano, si è esteso gradualmente nelle scuole dei Comuni dell'Unione del Chianti fiorentino con l'obiettivo di ridurre gli sprechi nelle mense scolastiche. Chef tra le mense si avvale infatti della collaborazione degli chef di San Casciano, Greve, Tavarnelle e Barberino.

Altra tappa è stata quella della scuola dell’Infanzia di San Casciano dove i bambini si sono divertiti a creare, assaggiare e preparare la classica pomarola alle verdure, un cavallo di battaglia della cultura gastronomica toscana. Una novità introdotta quest’anno che ha coinvolto gli allievi in un laboratorio di cucina ideato da Matia Barciulli dell'Osteria di Passignano in collaborazione con Maria Probst nello spazio della mensa della scuola. “Per tutta la mattina abbiamo insegnato ai bambini - ha detto Matia Barciulli - a riconoscere le verdure, cipolla, sedano, carota e pomodori, li abbiamo tagliati insieme e abbiamo assaggiato durante la preparazione, un modo pratico e diretto che avvicina i bambini alla cultura alimentare sperimentandola da protagonisti e condividendo il piacere di stare a tavola dopo aver contribuito alla trasformazione del prodotto”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Cronaca

Attualità