QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GREVE IN CHIANTI
Oggi 14°17° 
Domani 12°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
martedì 16 ottobre 2018

Attualità venerdì 03 agosto 2018 ore 16:52

Arriva lo psicologo itinerante e gratuito

Il progetto dell’Unione per aiutare le persone a prevenire situazioni di disagio e malessere. Sportello gratuito e itinerante



BARBERINO VALDELSA — Uno sportello psicologico gratuito e itinerante che viaggia tra i comuni dell’Unione del Chianti fiorentino per offrire un supporto ai cittadini che si trovano in situazioni di difficoltà e disagio. Un nuovo servizio dalla marcata valenza sociale è in partenza nei territori di Barberino Val d’Elsa, Greve in Chianti, San Casciano e Tavarnelle grazie all’accordo che l’Unione comunale ha stipulato con l’associazione Polaris. Dinamico e gratuito, questi gli elementi di novità dello sportello che si rivolge a persone maggiorenni che si trovano ad affrontare un periodo di particolare stress e cambiamento che causa situazioni di malessere, sfiducia. 

“Il supporto psicologico cerca di rispondere ad un bisogno in crescita ed è un aiuto concreto che il professionista dello sportello – dichiarano le assessore alle Politiche sociali Elisabetta Masti, Cristina Faini e Giulia Casamonti - erogherà in forma di consulenza, senza alcuno costo per il cittadino, al fine di alleviare il disagio che si è venuto a creare nel percorso di vita della persona a causa di situazioni specifiche, come periodi di cambiamento e forte stress”. Ogni individuo per sua natura è incline alla risoluzione dei problemi ma ci sono momenti in cui le risorse interne si bloccano, smettono di agire e la sfiducia e la paura di non farcela prendono il sopravvento. “E’ in questa fase – aggiungono le assessore – che l’aiuto umano dello psicologo può rendersi utile, lavorando sulla relazione di empatia con il cittadino, il professionista cercherà di potenziarne le risorse inespresse e il grado di libertà necessario al superamento della crisi, si concentrerà dunque sulla forza vitale della relazione, attraverso il colloquio, l’ascolto e l’interazione del cittadino”. Lo sportello di consulenza psicologica, partito a San Casciano ed esteso periodicamente, due volte alla settimana, nei comuni del Chianti, sarà gratuito per le famiglie seguite dai servizi sociali dell’Unione. I primi tre incontri saranno gratuiti per tutti coloro che ne faranno richiesta. 

L’attività si inserisce nel più ampio quadro di progetti e interventi di carattere sociale messi in atto dall’Unione del Chianti fiorentino e condivisi dalla rete dei Comuni volti ad offrire strumenti di prevenzione del disagio e percorsi di tutela e promozione della salute e del benessere della persona. Tra gli altri, sono attivi il servizio dell’amministratore di sostegno, partito da Greve ed esteso agli altri comuni, rivolto alle persone in condizione di autonomia limitata. In questo caso la competenza e l'esperienza di un legale, l'avvocato Massimo Bigoni, è messa al servizio del progetto che mira ad orientare, informare i cittadini interessati, residenti nei quattro comuni dell'Unione, sugli istituti giuridici di tutela, curatela, amministrazione di sostegno. L’obiettivo del servizio è quello di supportare anziani, disabili, persone affette da patologia psichiatrica e da forme di dipendenza e i loro familiari, oltre alle associazioni ed altri soggetti impegnati nel settore. Lo sportello è aperto tre volte al mese nelle sedi comunali di Greve, San Casciano e Tavarnelle. 

Professionisti ed esperti del settore sono al servizio dei cittadini del Chianti anche per far fronte a problematiche, purtroppo sempre più diffuse, di violenza domestica e nei luoghi di lavoro contro le donne attraverso lo sportello gestito dalle operatrici di Artemisia. La sede di questo sportello è variabile tra i locali messi a disposizione dai Comuni. Altro tema, tra i più richiesti, è il servizio Badanti. Nel territorio dell’Unione esistono due tipi di interventi. Il primo è il triplice progetto, promosso e sostenuto dall’Unione comunale del Chianti fiorentino e gestito dalla cooperativa Coop 21, nato tra il 2014 e il 2015. Gli sportelli di Greve, Tavarnelle e San Casciano offrono un servizio gratuito di incrocio tra domanda e offerta, tra i cittadini residenti che necessitano di personale referenziato e garantito per l’assistenza in famiglia ad anziani e non autosufficienti e le persone che svolgono attività di assistenza all’anziano. A Greve lo sportello, con sede nel Palazzo del Fiorino, è aperto il primo e il terzo lunedì del mese, a San Casciano, lo sportello con sede in via della Volta, 4, è aperto il primo e il terzo giovedì del mese, a Tavarnelle è situato presso il distretto socio-sanitario del Borghetto, aperto il secondo e il quarto giovedì del mese. Gli orari di apertura: ore 14.30-17.00. 

Nel secondo caso sono alcune volontarie dell’Associazione Volontariato Grevigiano a gestire lo sportello “Pronto badante”, dislocato nella sede dia via della Pace a Greve in Chianti. Il servizio è incentrato sul coinvolgimento del terzo settore e del volontariato locale e garantisce un unico punto di riferimento per trasmettere alle famiglie informazioni relative a percorsi socio-assistenziali, sostegni economici per l'attivazione di un rapporto di assistenza familiare e consulenza telefonica per la verifica dei propri diritti previdenziali e assistenziali. Capofila del progetto Pronto Badante sull'area Fiorentina Sud Est è la cooperativa sociale Nomos, l'attività di monitoraggio del punto informativo e della diffusione del progetto regionale è a cura della cooperativa sociale Coop.21 Info: numero verde Pronto Badante 8005933.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca