QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GREVE IN CHIANTI
Oggi 5° 
Domani -0°5° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
sabato 16 dicembre 2017

Attualità sabato 25 novembre 2017 ore 17:58

Chiantibanca, lettera ai soci sulla scelta Iccrea

Il presidente Iacopozzi ha spiegato le ragioni del cambio di rotta rispetto all'alleanza con Cassa centrale di Trento. "Svolta vantaggiosa"

FIRENZE — La lettera è stata inviata ai soci di Chiantibanca e nel testo il presidente dell'istituto Cristiano Iacopozzi spiega le motivazioni della scelta di passare al gruppo Iccrea anziché a Cassa Centrale Banca di Trento come invece era nelle intenzioni del precedente consiglio di amministrazione. Il sì o no all'adesione saranno decisi nel corso dell'assemblea in programma il prossimo 10 dicembre. 

Nella lettera Iacopozzi garantisce che "il gruppo Iccrea offra le più adeguate certezze sia in termini di solidità e prospettive di sviluppo commerciale della Banca, sia in termini di rispetto dei valori della cooperazione e di promozione dell'economia del territorio". Il riferimento è anche alle dimensioni del possibile nuovo gruppo delle Bcc che secondo Iacopozzi saranno "adeguate al nuovo ruolo (si stima che il gruppo Iccrea avrà un attivo di circa 148 miliardi di euro e una dotazione patrimoniale di 12 miliardi, a fronte rispettivamente di 77 e 7 miliardi per il gruppo Ccb)".

Oltretutto per il presidente si tratta anche di una mossa "più vantaggiosa nella prospettiva dello sviluppo commerciale di ChiantiBanca" sia per "i prodotti e le risorse, destinati alle imprese e alle famiglie", sia per "le sinergie risultanti dalla collaborazione con il sistema cooperativo locale". 

La lettera definisce poi gli allarmisimi sulla possibile chiusura di sportelli "non condivisibili".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Spettacoli