QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GREVE IN CHIANTI
Oggi 12°27° 
Domani 10°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
martedì 27 settembre 2016

Politica martedì 01 marzo 2016 ore 18:03

Unione, aggiungi un posto al tavolo

Paolo Sottani, sindaco di Greve in Chianti

Greve si aggiunge agli altri tre Comuni del Chianti. Sottani: "Opportunità non per i singoli Comuni ma per l'intero territorio"

SAN CASCIANO VAL DI PESA — Un volto nuovo nell'Unione dei Comuni del Chianti. Dopo l’approvazione della modifica dello Statuto, varata a maggioranza nel corso della seduta consiliare di San Casciano, l’Unione comunale, costituita da Barberino Val d’Elsa, Tavarnelle e San Casciano ed estesa a Greve in Chianti, sarà operativa tra un mese. Un passaggio importante nella storia amministrativa del territorio chiantigiano che anche il sindaco di Greve, Paolo Sottani, ha reso ufficiale con il suo primo saluto rivolto ieri sera al Consiglio dell’Unione comunale.

“Crediamo che l’Unione possa rappresentare un’opportunità – ha dichiarato il sindaco Sottani – non per i singoli comuni ma per un intero territorio che, avendo caratteristiche e peculiarità omogenee, può condividere problematiche, bisogni, priorità e avere un peso specifico maggiore. Siamo convinti che il modello a quattro, con le prime funzioni conferite, non solo possa portare vantaggi e benefici alla qualità della vita del territorio, che aspira a proporsi sempre più a misura di cittadino, ma possa costituire un modello per altre realtà, come per i vicini senesi”.

Il primo cittadino ha descritto nel dettaglio i vantaggi dell’operazione anche in relazione ai bisogni delle comunità. “La gestione condivisa di un settore importante come il sociale - ha continuato il sindaco Sottani - non comporterà alcun cambiamento per il cittadino, i referenti rimarranno gli stessi nei diversi territori, ogni scelta e ogni risposta puntuale scaturiranno da un confronto diretto e costante tra gli uffici che dialogheranno per erogare servizi più efficienti, snelli, omogenei, conformi alle esigenze di chi vive, lavora e studia nel Chianti”.

Sociale, personale, gare e appalti sono i primi servizi con i quali si compie l’ingresso del Comune di Greve nella rete dell’Unione, promossa e istituita nel 2010 da Barberino e Tavarnelle ed estesa dal 2012 a San Casciano. “Grazie all’Unione - ha anticipato il sindaco - nascerà anche il centro unico di committenza, un servizio condiviso da quattro comuni che permetterà di ottenere notevoli economie di scala”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità