QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GREVE IN CHIANTI
Oggi 20°28° 
Domani 21°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
lunedì 25 luglio 2016

Cultura sabato 26 marzo 2016 ore 22:21

Fiori e grano nelle chiese per Pasqua

Torna a San Casciano l’antica tradizione floreale-religiosa del Sepolcro delle Vecce. Rifiorisce lo spettacolo floreale del passaggio dalla morte alla vita

SAN CASCIANO VAL DI PESA — Sarà una Pasqua all'insegna della tradizione floreale con i colori e le forme delle ricche composizioni floreali costituite da vecce e grano misti a fiori e piante di stagione quali gardenie, calle, margherite, begonie, ortensie azalee, gerani.

A San Casciano la tradizione vuole che la veccia venga seminata, un mese prima, corrispondente alla terza domenica di Quaresima e tenuta nelle cantine il cui ambiente umido favorisce la nascita di quelle che poi si tramutano in sorta di parrucche bianche utilizzate per la commemorazione a scopo ornamentale ma anche simbolico-religioso.

I fili bianchi rappresentano, infatti, la morte del Cristo e ad essi si contrappone il grano che diversamente indica la rinascita.

Saranno allestite la Chiesa di S. Maria sul Prato (Misericordia) e la Chiesa di S. Maria del Gesù (Suffragio). 

Il Sepolcro delle Vecce è una tradizione tipica di San Casciano che gli abitanti non hanno mai abbandonato, nemmeno dopo il Concilio Ecumenico degli anni ’60 ai tempi di Papa Giovanni XXIII, quando la commemorazione cadde in disuso.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Cronaca

Attualità

Spettacoli