QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GREVE IN CHIANTI
Oggi 10°28° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
domenica 21 ottobre 2018

Attualità venerdì 07 novembre 2014 ore 18:49

Ospedale aperto e festa per tutti

​L’ospedale è sempre aperto: 365 giorni all’anno e 24 ore al giorno. Aperto ed ospitale per chi ne ha bisogno. Domenica diventerà ancora più speciale



BAGNO A RIPOLI — All'ospedale di Ponte a Niccheri  da alcuni anni ormai c’è una giornata speciale in cui i cittadini, soprattutto i cittadini piccoli, ancora bambini, vengono chiamati a far festa intorno al luogo di cura per eccellenza. 

Ospedale aperto è la manifestazione organizzata, con il patrocinio della direzione sanitaria dell’ospedale dell’Annunziata, dalla onlus “Clowncare M’illumino d’immenso” che da anni collabora con l’ospedale e che porta sorrisi e distrazione e un aiuto tangibile a guarire oltre a quello dato con professionalità da medici e infermieri.
La manifestazione ha anche il sostegno dell’Avo,Associazione volontari ospedalieri, dell’Auser e del Comune di Bagno a Ripoli.
“Qualche anno fa – dicono il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini e l'assessore alle Politiche della salute Ilaria Belli – parlare di ospedale in maniera lieta e come luogo, oltre che di degenza e cura, anche di festa e di colori sembrava un'utopia, forse pure inopportuna. Oggi, grazie alla crescente attenzione del mondo medico e sanitario e all'impegno del volontariato, le cose stanno diversamente. Per fortuna, diciamo noi, Patch Adams è arrivato da tempo anche a Bagno a Ripoli. E che domenica la festa cominci e sia un successo!” 


La festa si svolgerà domenica 9 novembre dalle 10 alle 17 e a far musica, spettacoli, teatro, poesie racconti e divertimento ci saranno appunto i clown.
“Sarà una festa rivolta alle famiglie e che offrirà l’occasione di vivere l’ospedale in modo diverso da come siamo abituati – ha detto il direttore sanitario dell’Annunziata, la dottoressa Francesca Ciraolo – ritrovando quella vocazione all’accoglienza caratteristica dei luoghi di ricovero non solo per curare o alleviare una sofferenza ma per regalare emozioni positive e far riflettere sull’utilità dell’ospedale come bene pubblico e comune”. 


Alle 16 alla sala d’attesa di Ortopedia e Cardiologia al piano terreno saranno premiati i bambini e i ragazzi fino agli 11 anni che quest’anno hanno partecipato al concorso di disegno “Immagina il giardino dell’ospedale”, realizzando su un foglio formato A4 con qualsiasi tecnica, una illustrazione che raffiguri appunto l’area verde intorno all’ospedale. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca