QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GREVE IN CHIANTI
Oggi 20°32° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
sabato 24 giugno 2017

Attualità giovedì 20 aprile 2017 ore 16:30

Rifiuti che migrano, multe che fioccano

Primi verbali comminati dagli ispettori ambientali a chi abbandona spazzatura non rispetta le regole della raccolta differenziata

GREVE — Rifiuti che migrano a Strada dai comuni limitrofi, sacchetti dell'indifferenziato che proliferano a dismisura nelle aree di Panzano e Greve. Sono alcune delle criticità rilevate dalla giunta Sottani nelle zone del territorio dove sono presenti ancora i cassonetti tradizionali, come la frazione di Strada in Chianti, e in altre zone in cui da mesi è stato introdotto il servizio del porta a porta nel capoluogo e a Panzano, accompagnato da un puntuale percorso di informazione rivolto ai cittadini. 

Un doppio problema che per l'assessore all'ambiente Stefano Romiti ha determinato la necessità di intervenire con controlli più serrati e frequenti. Ammonta a mille euro l'importo complessivo delle prime multe che gli ispettori ambientali di Alia, richiesti dal Comune di Greve, hanno comminato agli incivili del rifiuto, ditte e cittadini provenienti dai comuni di Signa, Impruneta e altri territori vicini, che hanno violato la normativa in vigore abbandonando rifiuti nei pressi dei cassonetti presenti, evitando di differenziare i rifiuti e producendo una quantità considerevole di sacchetti misti.

“Quello che riscontriamo con maggiore frequenza - dicono gli ispettori - in questo giro iniziale di controlli mirati, effettuati nelle zone di via Togliatti e via Poggio ai Mandorli a Strada, via I Maggio a Greve e via Conca d'oro a Panzano, è la violazione da parte di privati e imprenditori che nelle prime ore del mattino, tra le 6 e le 7, prima di recarsi al lavoro o per impegni professionali nella zona di Greve lasciano i rifiuti senza preoccuparsi dei danni causati ai cittadini che invece rispettano le regole. I trasgressori ammettono di conoscere le modalità di differenziazione del rifiuto ma non sembrano avere alcuna consapevolezza dell'importanza del gesto per la comunità e il territorio e preferiscono liberarsi della spazzatura dimostrando scarso senso di responsabilità”.

Una forma di inciviltà che il Comune di Greve sta cercando di arginare anche potenziando l'attività di informazione riproposta a più riprese dall'estensione del porta a porta.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità