QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GREVE IN CHIANTI
Oggi 14° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
venerdì 24 novembre 2017

Attualità lunedì 04 settembre 2017 ore 16:18

Il Chianti classico si mette in mostra

Tutto pronto per la 47esima edizione dell'Expo dedicato al celebre vino toscano. Appuntamento dal 7 al 10 settembre

GREVE IN CHIANTI — Edizione numero 47 dell'Expo Chianti Classico: l'appuntamento, promosso dal Comune di Greve in Chianti in collaborazione con Consorzio Vino Chianti Classico, Regione Toscana e Comuni del Chianti, è dal 7 al 10 settembre prossimi a Greve in Chianti. Stamattina, a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, presentazione dell'iniziativa alla quale sono intervenuti gli assessori regionali Marco Remaschie Stefano Ciuoffo, il sindaco di Greve in Chianti Paolo Sottani e il presidente del Consorzio Vino Chianti Classico Sergio Zingarelli.

"L'Expo – ha detto l'assessore Remaschi – è un momento per presentare un marchio che è conosciuto in tutto il mondo. Ma è anche il momento, per tante aziende, per mettersi in mostra, aziende che vogliono continuare a crescere e cogliere nuove sfide. Chi viene a Greve può entrare in contatto con i produttori, farsi raccontare anche un po' di storia e capire cosa c'è dietro un buon bicchiere di vino. Un evento che vive anche grazie al lavoro del Consorzio, soggetto attivo e all'avanguardia: l'Expo è anche l'occasione per gettare le basi, insieme ai Comuni del territorio, per la futura programmazione e sviluppo e stare al passo con una competizione sempre più agguerrita e globale".

"I problemi idrici di quest'estate siccitosa – ha aggiunto Remaschi – meritano grande considerazione e soprattutto investimenti mirati. Ricordiamoci delle discussioni e delle sommosse all'epoca della costruzione di Bilancino; adesso credo siamo tutti disposti a riconoscerne l'utilità. Eventi climatici di questo tipo spero non diventino la regola ma dovremo abituarci ad affrontarli il che significa pianificare interventi ad hoc, tenuto conto della fragilità del nostro territorio . Se la Toscana vuol continuare a stare ai vertici in determinati settori, come quello vitivinicolo, occorrono investimenti".

"Grazie al Chianti Classico, brand di livello internazionale, torniamo a parlare di Toscana delle eccellenze – ha detto Stefano Ciuoffo - Siamo di fronte a una grande risorsa che ci restituisce la capacità di raccontare la nostra terra e costruire su di essa le identità locali, del paesaggio, dei luoghi e degli stimoli al viaggio, ragione quest'ultima che fa sì che il turismo sia presente fortemente in questo settore. Perché la Toscana è un tutt'uno, è agricoltura, cultura, promozione del territorio e questa è la visione in cui operiamo insieme ai territori. L'expo Chianti Classico è una delle occasioni in cui lo possiamo dimostrare, dando spazio agli operatori locali e facendo emergere le eccellenze locali. Un modello di lavoro su cui abbiamo impostato, non a caso, la legge regionale sul turismo".

"Riguardo a questa quarantasettesima edizione – ha continuato Ciuoffo - si presenta come una serie di eventi costruiti con particolare cura. Si sa, le cose belle, proprio perché tali, appaiono semplici, anche se in realtà sono il frutto di un lungo lavoro nella grande complessità che in questo caso è rappresentata dalle aziende, dalle amministrazioni, dagli operatori. Ma i comportamenti virtuosi si sedimentano nel tempo: è così che nasce la qualità che si costruisce grazie a un lavoro di sistema, al sacrificio, alla determinazione e alla ricerca delle eccellenze".

STEFANO CIUOFFO SU 47° EDIZIONE EXPO CHIANTI CLASSICO dichiarazione
MARCO REMASCHI SU 47° EDIZIONE EXPO CHIANTI CLASSICO - dichiarazione
Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Lavoro

Attualità