QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GREVE IN CHIANTI
Oggi 23° 
Domani 20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
mercoledì 20 settembre 2017

Attualità martedì 10 gennaio 2017 ore 13:42

Il vino del Chianti verso Messico, Cina e Corea

GIovanni Busi, presidente del Consorzio

Il Consorzio dei vini chiantigiani che si occupa dell'export del prodotto ha scelto le mete extra europee del 2017. C'è anche Singapore

FIRENZE — Sono Città del Messico, Hong Kong, Singapore e Seoul le tappe extra UE scelte dal Consorzio Vino Chianti per il nuovo programma di promozione 2017 finanziato con i contributi OCM Vino dell'Unione Europea. La scelta è stata deliberata in occasione dell'ultimo Comitato Marketing del Consorzio che ha deciso di confermare così i Paesi dove si era già registrata un'attività promozionale nel corso degli ultimi anni.

La prima tappa in programma è a Città del Messico, il 6 marzo, in cui si terrà un workshop con incontri B2B tra aziende e importatori oltre ad un seminario rivolto a giornalisti e operatori del settore. L'8 maggio invece il Consorzio volerà in Cina, a Hong Kong, in occasione di Prowine Asia 2017 dove avrà a disposizione uno stand consortile con un bancone istituzionale. 

Il 15 maggio il Consorzio tornerà a Singapore per organizzare un nuovo workshop con giornalisti e operatori del settore mentre il 17 maggio ultimo appuntamento a Seoul, in Corea del Sud.

“Abbiamo deciso di confermare quei Paesi che rappresentano per noi un nodo strategico per lo sviluppo del nostro export – ha spiegato Giovanni Busi, presidente del Consorzio Vino Chianti - L'interesse nei confronti del vino toscano da parte di questi territori sta evidentemente crescendo e per questo motivo la nostra Denominazione non può farsi trovare impreparata. Il 2017 è un anno importante per confermare la nostra presenza su quei mercati che soltanto fino a qualche anno fa avevano una conoscenza molto limitata dei nostri prodotti e che oggi ci cercano con puntualità. E' evidente che ci troviamo a dover rispondere ad una nuova fase dei mercati e siamo convinti che, lavorando con tempestività, saremo in grado di rispondere alla nuova domanda presentando un vino sempre più di qualità in grado di raccontare il nostro territorio nel mondo”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità