QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GREVE IN CHIANTI
Oggi 12°24° 
Domani 25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News chianti, Cronaca, Sport, Notizie Locali chianti
giovedì 29 settembre 2016

Cultura martedì 26 gennaio 2016 ore 14:00

Dare voce alla cultura, ci pensano i ragazzi

Saranno 70 studenti a elaborare e registrare i testi per le audioguide del museo Ghelli, della chiesa S.Maria sul Prato e del teatro Niccolini

SAN CASCIANO — Decolla il progetto Dare voce alla cultura, finanziato dal Ministero alla pubblica istruzione attraverso un concorso nazionale. 

Entro l'estate oltre settanta alunni delle scuole elementari e medie di San Casciano doppieranno i testi registrati e redatti per le nuove audioguide che il Comune, il sistema museale Chianti Valdarno e l'Istituto comprensivo diretto da Marco Poli realizzeranno grazie ai finanziamenti ministeriali.

“L'iniziativa partirà a febbraio - ha commentato l'assessore alla cultura Chiara Moducci - e permetterà agli studenti di acquisire una conoscenza approfondita del territorio e delle sue risorse culturali, un patrimonio storico-artistico che abbiamo individuato in alcune delle maggiori realtà di San Casciano e che si inserisce in un percorso di apprendimento dei ragazzi legato alla didattica museale”.

Oltre alla funzione educativa è fondamentale l'attività di valorizzazione e promozione turistica del patrimonio culturale.

“Il progetto incrementa e amplifica le potenzialità del territorio - ha aggiunto l'assessore Molducci - con nuovi strumenti e supporti informativi che favoriscono la fruizione dei diversamente abili: le audioguide infatti potranno essere utilizzate dai visitatori ipovedenti”. 

“I ragazzi saranno coinvolti in percorsi di visite, osservazioni e interpretazioni delle opere e degli ambienti culturali - ha dichiarato il dirigente scolastico Marco Poli - Affideremo loro il compito di realizzare le audio guide e alcuni pannelli informativi che descriveranno i contenuti culturali in lingua italiana e inglese così da favorire la fruizione da parte di un pubblico ampio”. 

Il progetto si avvarrà della collaborazione del coordinatore del sistema museale Nicoletta Matteuzzi.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità